Successione Legittima

  • By:avv.lorenzo-munari

 

La successione legittima  si apre quando il “de cuius” non lascia alcun testamento. Pertanto, il patrimonio del de cuius viene diviso in base a ciò che prevede la legge ossia tra i familiari.

Il nostro Codice Civile all’ art. 456 recita: “la successione si apre al momento della morte, nel luogo dell’ ultimo domicilio del defunto

Ancora l’art. 462 del codice civile dice: “sono capaci di succedere tutti coloro che sono nati o concepiti al tempo dell’ apertura della successione, Salvo prova contraria si presume concepito al tempo dell’ apertura della successione chi è nato entro i trecento giorni dalla morte della persona della cui successione si tratta. Possono inoltre ricevere per testamento i figli di una determinata persona vivente al tempo della morte del testatore benché non ancora concepiti”

Quindi nel caso in cui il “de cuius” non abbia disposto dei propri beni, sarà la legge a stabilire come l’asse ereditario dovrà essere distribuito. Si apre cioè una successione legittima

I familiari che ereditano per legge sono:

  • coniuge
  • figli (legittimi, naturali, legittimati e adottivi)
  • fratelli (in assenza dei figli)
  • ascendenti (in assenza dei figli)
  • altri parenti entro il 6° grado (solo se unici eredi)

Ad ogni modo, in qualunque caso e tipologia di successione sussiste l’obbligo di presentare la dichiarazione di successione legittima  da parte degli eredi e, come già spiegato, tale obbligo può essere adempiuto anche da un solo erede, in quanto trattasi di un mero adempimento fiscale obbligatorio e non rileva ai fini della accettazione o rinuncia dell’eredità.

Posted in: eredità, successione