Contratti Locazione e Sfratti

Lo Studio offre Assistenza e consulenza legale per la contrattualistica generale e in particolare per quanto riguarda le locazioni e gli sfratti

In materia di locazioni e sfratti,  un immobile occupato è sia un’abitazione nella quale taluno eserciti i propri diritti, in forza di una regolare locazione (o ad altro titolo), sia un’abitazione nella quale taluno abiti (o di cui detenga il possesso) per ragioni di fatto anche extra-contrattuali.

L’immobile occupato vincola l’eventuale acquirente al rispetto delle correnti situazioni di diritto, quindi se per esempio l’immobile è occupato per la correnza di una locazione o vi si esplichi un diritto di abitazione, esso dovrà rispettare nei termini previsti dalla legge quanto già precedentemente opponibile all’alienante e non si potrà pertanto procedere a sfratti.

Gli sfratti possono essere intimati in due casi ovvero per finita locazione o morosità

Nel primo caso, il provvedimento può essere richiesto dopo la scadenza del contratto, qualora, a seguito della disdetta, il conduttore non abbia ritenuto di rilasciare l’immobile al locatore. Può però essere richiesto anche prima della naturale scadenza del contratto, in tal caso si tratta di una condanna del futuro, che si basa su intimazione che ha efficacia di disdetta, in quanto evita il rinnovarsi del contratto

Nel secondo caso, il provvedimento di rilascio può essere richiesto, in ogni momento, qualora il conduttore si renda inadempiente all’obbligo del pagamento di almeno due mensilità del canone concordato e/o degli oneri accessori.

Se il locatore intende riutilizzare l’immobile per motivi di necessità tassativamente indicati dalla legge, si ha un terzo caso: sfratto per necessità.

Per un consulto in materia e la formulazione di un preventivo di spesa senza impegno potete chiamare il 338 462.5007